• Innovazione, Politica, Trasparenza gio, Mar 29, 2012

    AGGIORNAMENTO DEL 29.03.2012 in calce al post!

    AGGIORNAMENTO DEL 30.09.2011 in calce al post!

    E pur (qualcosa) si muove!. Non me ne abbia a male Galileo se lo cito in questo breve post, ma forse anche alle Tezze di Arzignano una connessione decente sembra all’orizzonte.

    Siamo ben lontani da quanto proposto nella Lettera APERTA ai Sindaci ed ai Cittadini, ma, seppur le mie informazioni siano frammentate e non complete, pare che almeno l’ADSL stia per arrivare.

    Non è certo la fibra ottica, ma la ben più modesta ADSL; fra qualche settimana, dopo anni di attesa, ci dovremmo allineare anche noi “texani” ai servizi già offerti da anni ai Comuni confinanti.

    La mia lettera succitata non ha ricevuto nessun genere di replica, eppur i miei recapiti non son cambiati. Per motivi familiari non ho l’opportunità in questo periodo di girare per gli uffici del Comune ed avere lumi e chiarimenti, ma provo velocemente a riepilogare quelle informazioni che ho raccolto sino ad ora. Se le mie informazioni non fossero corrette invito chiunque legga ad integrare e correggere. GRAZIE!

    Nel 2007 si parla della concessione all’uso dei cavidotti per passare la fibra ottica di AscoTlc. Almeno alle aziende sarebbe stata data l’opportunità di un collegamento in fibra, mentre ai privati sarebbe stato offerto un ponte radio. Non ho più sentito nulla.

    Nel 2009/2010 si sente parlare di una concessione simile a quella precedente per E4A (se la mente non mi inganna) che però doveva garantire un’effettiva cablatura in tempi ristretti (almeno cosi m’è sembrato di capire). Non ho più sentito nulla.

    Nel 2010 mi si propone di partecipare alla Commissione Innovazione e Trasparenza. Quale posto migliore per parlar di Innovazione e Trasparenza? Accetto e divento “Commissario”.

    Il 15 aprile 2011 invio qualche proposta di Innovazione a chiunque ne sia interessato. Evidenzio anche che non ha molto senso che il mio nome sia nella Commissione se concretamente la Commissione non fa un c…. cippolo di incontro! (non credo esista la parola cippolo…ma non volevo esser volgare 😀 … chi vuol capire capisce). Ho fatto qualche telefonata per sapere se l’email era arrivata … e tra le varie risposte ho saputo che copia della lettera era arrivata ai lavori pubblici del Comune. Poi non ho più sentito nulla.
    PS: partendo dal presupposto che l’email inviata era una PEC (vedasi raccomandate), non c’è obbligo per la pubblica amministrazione di rispondere?!?

    Articolo del Giornale di Vicenza

    Articolo del Giornale di Vicenza

    Il 1 maggio 2011 un amico mi si avvicina e con tono ironico mi domanda se son io quel Zordan Marco sul Giornale di Vicenza. Son stato dunque informato che Silvia Castagna (mai conosciuta e sentita solo telefonicamente per alcuni minuti) aveva scritto della mia lettera aperta. Certo forse il tono del titolo non rappresenta pienamente la situazione (non mi par di aver scritto “io me ne vado”), ma il resto dell’articolo mi è sembrato ben scritto. La mia lettera aveva un intento più propositivo che di minaccia.
    Colgo poi l’occasione per un commento relativamente al sottotitolo, ove il Presidente mette in evidenza che non vuole dimettersi; tengo a precisare che non ho mai chiesto le dimissioni di nessuno. Il mio interesse era, e sarebbe tuttora, solo parlare di Innovazione. Sta di fatto che la signorina/signora Castagna è stata più fortunata di me in quanto almeno Lei qualche risposta l’ha ricevuta. Io non ho più sentito nulla.

    Articolo su fibra ottica alle Tezze su In Arzignano

    Articolo su fibra ottica alle Tezze su In Arzignano

    A luglio 2011 come un fulmine a ciel sereno, mi è stato presentato da un familiare, che di internet poco ne capisce, l’articolo uscito a pagina 43 su In Arzignano. Il titolo sembra chiaro: Fibra ottica a Tezze = internet veloce. Vuoi mai che le mie fantasiose idee abbiano trovato un riscontro? Ma il titolo e forviante ed ad un occhio attento si capisce che si parla di dorsale, seppur oltre a quel che c’è scritto sull’articolo non ci sono altre informazioni. Va infatti precisato che seppur si parli tanto di fibra, si intuisce che i lavori collegheranno la fibra della statale con la centrale Telecom; il che significa normale ADSL e non FTTH, che è la connessione del futuro. Se la mia ipotesi è corretta al massimo recuperiamo un po di gap tecnologico rispetto ai vicini. Il tratto finale (dalla centrale alle case) è sempre in rame. Ha quindi poco senso lo specchietto a lato dell’articolo che tanto bene parla della fibra rispetto al rame, visto gli utenti continueranno a ricevere la connessione Internet su filo di rame. Sarebbe da sorvolare sul fatto che si dica che: “Il cavo ha una velocità del 300% in più rispetto a un normale intreccio di rame.”, ma la cosa è troppo divertente.
    Eventualmente è il segnale che transita sul cavo a passare più velocemente, non certo il cavo; inoltre il numero non mi pare centrar nulla. Partendo dal presupposto che 300% significa 3 volte la velocità che si può raggiungere su filo in rame ed ipotizzando per assurdo che su rame si possa arrivare a 1/10 Gbit (teorici su brevi tratti) secondo questo valore si potrebbe arrivare ad un massimo 30 Gbit su connessione in fibra. Per nostra fortuna la fibra supporta carichi ben più elevati. (1 Tbit = 1000 Gbit = almeno 10.000% o 100.000% rispetto al rame) http://it.wikipedia.org/wiki/Fibra_otticaInvito chiunque abbia scritto l’articolo a maggiore attenzione. Già c’è tanta disinformazione! Per un aumento del 300% non avrebbe senso investire in fibra!

    Minitrincea per dorsale fibra ottica a Tezze di Arzignano

    Minitrincea per dorsale fibra ottica a Tezze di Arzignano

    Oggi 5 settembre 2011: son passate poche ore dallo scatto della foto e ora son qui a scriverne. Non ho più avuto “segni di vita” sull’argomento connettività alle Tezze da NESSUNO. Non so se sono ancora in Commissione Innovazione e Trasparenza o se la mia lettera propositiva è stata accolta come lettera dimissionaria. Non so se e come le mie idee siano state recepite. Quel che però pare certo è che dopo anni d’attesa la dorsale (ahimè solo dorsale) che permetterà alle Tezze di Arzignano di tornare nel mondo civilizzato sta per essere posata.
    Nella foto si può vedere la minitrincea e le tre tubature che vengono posate. In un secondo momento verranno passate le fibre ed in ultima istanza ci saranno i contratti. Nei prossimi mesi mi aspetto un bel giro di telefonate da parte degli operatori a tutti i “texani” per proporre le migliori e più mirabolanti offerte tutto compreso … e non posso che cogliere l’occasione di dare un buon in bocca al lupo ai miei concittadini nella scelta dell’operatore.

    A me un po rimane l’amaro in bocca per un lavoro fatto a metà. Fatto 30 non si poteva fare 31? Ossia facendo la minitrincea non si poteva ipotizzare un intervento condiviso con la popolazione per fornire un servizio all’avanguardia?
    Or come ora non ho la certezza, ma da voci di corridoio pare che i lavori di scavo siano del Ministero delle Telecomunicazioni (prendete con le pinze dette voci!). Non so se questo sia stato merito del Comune, o della Provincia o se magari eravamo semplicemente in coda in qualche lista segreta dei senza internet italiani per la richiesta dalla precedente amministrazione … oppure se in qualche modo le mie insistenze hanno smosso qualcosa. Questo non lo so. Probabilmente saranno gli attuali politici in carica a prendersi il merito, forse, visto le imminenti elezioni politiche, il meritò se le prenderanno in Provincia. Questo non lo so.

    Quel che so è che dovrò rinnovare per un altro anno l’abbonamento ad internet tramite ponte radio in quanto dubito che i lavori finiscano prima di fine settembre e quindi fino all’anno prossimo non sfrutterò per ora la futura connessione in fibra … ad altri lascio il piacer di far da cavia 🙂

    NB: le informazioni qui riportate sono non tecniche bensì approssimative; non sono rivolte a specialisti, quindi non fate i pignoli! 😛

    Saluti
    Marco (SE&O)

    Scavatrice minitrincea, una grande "sega circolare" per l'asfalto

    Scavatrice minitrincea, una grande "sega circolare" per l'asfalto

    ————–

    AGGIORNAMENTO DEL 30.09.2011

    Informazioni ufficiose indicano Infratel come fautrice delle scavo e portano perplessità sulla possibilità che Telecom investa su un Mux per le Tezze. Sperando che il pessimismo venga smentito dai fatti per i curiosi posto la foto del macchinario che scava le minitrince.

    ————–

    AGGIORNAMENTO DEL 29.03.2012

    Ho ricevuto or ora un contatto dalla Sig.ra Silvia Castagna che giustamente mi ha fatto notare degli errori nella parte in cui la cito:
    <<1) non ci siamo mai conosciuti (non posso certo conoscere di persona tutti quelli con cui parlo al telefono per il giornale) ma ci siamo + volte sentiti al telefono e quando l'ho chiamata ho precisato chi ero e che la cercavo per un articolo.>>
    Giustamente avrei dovuto scrivere non ci siamo mai incontrati dal vivo. Confermo che ci siamo sentiti per telefono e che quando mi ha chiamato si è presentata. Il mio non ci conosciamo era solo per dire che non ho mai avuto l’occasione di parlarci dal vivo e dopo 1/2 telefonate di qualche minuto non mi sento di dire che conosco una persona.
    <<2) il titolo dell'articolo - come forse chi non è del settore non sa - non lo fanno i giornalisti ma i capiredattori. Quindi, io rispondo del testo dell'articolo non del titolo.>>
    Questo aspetto del titolo lo ignoravo (sono informatico non giornalista [-:); tengo a sottolineare che in merito all’articolo ho scritto: “ma il resto dell’articolo mi è sembrato ben scritto.” Spero si capisca non c’era alcun attacco verso la giornalista. Amo molto scherzare, l’autoironia, parlare senza polemica, e non c’era polemica nemmeno nella puntualizzazione del titolo. Mi ha fatto sorridere, forse però nelle mie parole non è trasparita questa emozione.
    <<3) leggere su un blog pubblico: "la signora castagna mai conosciuta" potrebbe far pensare che mi sono inventata le cose scritte. Il che, lo sappiano entrambi, non è vero. Ripeto: quando ho chiamato mi sono qualificata e ho fatto seriamente il mio lavoro.>>
    Come già detto al punto 1) c’è stato contatto telefonico, e la Signora Castagna si è presentata. Se qualche lettore di queste pagine avesse frainteso le mie parole e quindi abbia potuto pensar che la succitata giornalista si sia comportata in modo non corretto, fraintendendo il senso originale del mio pensiero mal espresso, mi scuso e spero che con questo chiarimento pubblico ogni possibile fraintendimento sia dissolto. Sono più ferrato in Informatica che sulla lingua Italiana 😀

    Sempre disponibile ad integrare retifiche/commenti/puntualizzazioni, non solo in questo, bensi in tutti i post che inserisco. Segnalate senza problemi. Vedo l’interazione come un’occasione di crescita.

    PS: ho messo le faccine 🙂 sperando che possiate legger queste parole con un sorriro sul viso. Ogni giorno c’è gente che nel mondo ha problemi di vita e di morte, noi siamo fortunati a porte parlare di queste cose; certo se si fanno degli errori come in questo caso bisogna correggerli (spero d’averlo fatto!), ma invito tutti i lettori di questa parole a non guardare solo l’aspetto formale non professionale delle mie parole, ma cercar di capire la sostanza 😀 Buona continuazione a tutti.

    Posted by marcos @ 2:00 pm for Innovazione, Politica, Trasparenza |

    Sorry, the comment form is closed at this time.

Commenti recenti